“QUESTA E’ LA VITA ETERNA CHE CONOSCANO TE…”

poza 19“QUESTA E’ LA VITA ETERNA CHE CONOSCANO TE…”

 

“La nostra forza di ogni giorno, dalla nostra relazione personale con il Signore”

Per quale motivo molti, spesso, non hanno la forza di superare i grandi problemi della vita? La storia di Wrunken, una giovane eroina Cristiana vissuta nelle Fiandre in Belgio, durante Medio Evo, puo’ essere una buona illustrazione.

La “Sacra Inquisizione” aveva trovato, nella ricca casa dove Wrunken serviva, una Bibbia. Vigeva allora la legge che chiunque leggesse la Bibbia, tranne i sacerdoti , venisse torturato ed ucciso. Tutti negarono. Wrunken si fece avanti: “E’ mia!” Il padrone di casa, conoscendo la terribile punizione grido’: “Oh no! no! Vuole dire soltanto che la possiede, ma certamente non la legge!” Wrunken disse: “No. Non rinnego la mia fede. La leggo sempre. E’ la cosa piu’ preziosa che ho!”

“…Ma le cose che mi erano di guadagno, io le ho reputate danno a cagion di Cristo. Anzi, a dir vero, io reputo anche ogni cosa essere un danno di fronte alla eccellenza della conoscenza di Cristo Gesu, mio Signore, per il quale rinunziai a tutte codeste cose e le reputo tanta spazzatura affin di guadagnare Cristo, e d’esser trovato in lui avendo non una giustizia mia, derivante dalla legge, ma quella che si ha mediante la fede in Cristo; la giustizia che vien da Dio, basata sulla fede; in modo ch’io possa conoscere Cristo, e la potenza della sua risurrezione, e la comunione delle sue sofferenze, essendo reso conforme a lui nella sua morte” (Filippesi 3:7-10)

Wrunken fu presto condannata ad essere murata viva. Giunse il giorno. Mancava solo un mattone perche’ wrunken fosse chiusa nell’apertura fatta dentro le alte mura della citta’. L’ufficiale in comando le si avvicino’ e paternamente la prego’ di abbandonare la sua “eresia”: “Sei cosi’ giovane e bella! Perche’ vuoi morire cosi? Dove trovi la forza?!” – “Conosco Gesu’!” Rispose Wrunken. E’ morto per me e non mi ha rinnegata. Potrei io rinnegare Lui?!” L’ufficiale: “Pentiti Wrunken o morirai soffocata!” Wrunken: “No! No! Gesu’ e’ qui con me ora! Non mi lascia mai e vivro’ con Lui per sempre!” L’ufficiale si allontano’. Sul suo viso il buio di una sconfitta… Paradossalmente il viso di Wrunken, mentre scompariva dietro l’ultimo mattone, sembrava divenire invece piu’ bello e pieno di pace. La sua ultima preghiera non era per se stessa: “Signore Gesu’! Perdona i miei assassini!”

                                                                   Il segreto, conoscere Cristo.

Dove trovo’ la sua forza e coraggio, la giovane Wrunken? Questo era prche’ conosceva Gesu’ personalmente come suo Salvatore! Gesu’ ha detto (Matteo 7:22-23): “Molti mi diranno in quel giorno (il giorno del giudizio): ‘Signore, Signore… non abbiamo noi … fatte in nome tuo molte opere potenti?’ Allora dichiarerò loro: ‘Io non vi conobbi mai; dipartitevi da me!” Gesu’ stava parlando di credenti Cristiani, altrimenti questi non avrebbero potuto dire di aver fatto tali opere nel Suo nome. Ma la loro fede doveva essere solo sulla religione riguardo a Cristo e non sul Cristo vero, vivente e Salvatore personale. Gesu’ ha detto, Giovanni 17:3: “QUESTA è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e … Gesù Cristo!

 Abbiamo questa conoscenza di Dio quando riceviamo Cristo nella nostra vita come nostro Salvatore personale e Dio e quando gli chiediamo di riempirci dello Spirito Santo (Luca 11:9-13) che Egli manda nei nostri : Galati 4:6 “E perché siete figli, Dio ha mandato lo Spirito del suo Figliuolo nei nostri cuori”. Dopo cio’, la nostra fedelta’ nello studiare la volonta’ di Dio nella Bibbia ci dara’ tutta la forza e saggezza necessaria per essere guidati a superare e a essere vittoriosi in tutti i problemi della vita, compresi avversita’ e tragedie, malattie e persino morte, in virtu’ di aver ricevuto Cristo e conseguentemente, di conoscerlo personalmente. Cosi che le parole che sentiremo dal Signore, in quel giorno meraviglioso e terribile insieme, saranno: “Va bene, buono e fedel servitore; sei stato fedele in poca cosa, ti costituiro sopra molte cose; entra nella gioia del tuo Signore.”

(Mat 25:23) 

Da radio blast