Chi sono

“CHI SONO” e in “COSA CREDO”

CHI SONO: Mi chiamo Rocco Ienco
In poche parole sono “CRISTIANO”,  SALVATO PER GRAZIA il che  significa ,come si usa dire ai nostri giorni, una persona che crede profondamente in Cristo Gesù vivente e nella Sua opera.
Sono un  cristiano che voglio realizzare i modelli di vita vissuti dagli apostoli, i quali hanno raggiunto il soprannaturale per mezzo di una “reale fede” nella PAROLA DI DIO, e che a prezzo della loro vita hanno combattuto le tradizioni religiose umane (Marco 7:13).

IN COSA CREDO:
1° La Bibbia “è” la Parola di Dio
La Bibbia è l’ispirata Parola di Dio, scritta da santi uomini che hanno parlato e scritto sospinti dallo Spirito Santo (Il Pietro 1:21).
Noi accettiamo la sacra Bibbia come guida infallibile in tutte le cose riguardanti la dottrina e la pratica della fede (I Tessalonicesi 2:13 e Il Tim. 3:16).

2° Dio è uno e trino
Il nostro Dio è Uno ma rivelato in tre persone: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, che sono co-eguali (Filippesi 2:6) quanto alla loro natura divina, ma diversi quanto ai ruoli:
Dio Padre: “Vi è un Dio unico e Padre di tutti gli uomini (Efesini 4:6),
Gesù: Il Figlio, il Salvatore (Giov. 3:16),
Lo Spirito Santo: Colui che vive nel credente (Giovanni 14:16) per dare potenza soprannaturale (Atti 1:8; Luca 24:49).

3° L’uomo è:
– creato all’immagine e somiglianza di Dio (Genesi 1:26) per vivere eternamente;
– caduto e morto spiritualmente poiché, attraverso la tra­sgressione di Adamo, il peccato è entrato nell’essere umano facendogli perdere la vita eterna (Romani 3:10-23; Giovanni 8:44; Efesini 2:1-3);
– salvato per Grazia mediante la fede. La salvezza non si ottiene in premio per una corretta vita “cristiana”, o come ricom­pensa per le opere buone che si sono compiute, ma come “dono” di Dio da ricevere dopo il ravvedimento, per una coscien­te e personale fede nell’opera compiuta da Gesù Cristo attra­verso la Sua morte e risurrezione (Ef. 2:8-9; Giov. 3:16).

4° Vi sono tre battesimi:
– II battesimo nel corpo di Cristo
La salvezza si concretizza nell’esperienza soprannaturale della “Nuova Nascita”, così definita da Gesù stesso per indicare la sostituzione dell’uomo “morto” nei peccati con quello libero dalla schiavitù del peccato.
E allora che l’uomo diviene santo, ovvero “appartato per Dio” (Marco 16:16), ed entra a far parte del Corpo di Cristo, cioè viene battezzato (=immerso) in Lui.
– Il battesimo in acqua
Si compie per ubbidienza alla Parola di Dio ed è un atto successivo alla salvezza già ottenuta per fede.
Non comporta cambiamenti spirituali per l’uomo, ma testimo­nia e simboleggia la “Nuova Nascita” già sperimentata (I Pietro 3:21).
Viene praticato per immersione nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (Matteo 28:19; Atti 8:36; Colossesi 2:12).
– II battesimo nello Spirito Santo
Il Consolatore, lo Spirito della Verità, che dimorerà “con” noi e sarà “in” noi (Giovanni 14:16-17).
Il battesimo nello Spirito Santo è il dono di Dio promesso dal Signore Gesù a tutti credenti e si riceve come “esperienza” suc­cessiva alla salvezza- (Matteo 3:11; Luca 3:16; Luca 11:13; Giovanni 1:33; Giovanni 7:37-39; Atti 1:5; Atti 2:38-39; Atti 8:14-16).
Questa esperienza è accompagnata dal segno del parlare in altre lingue (Atti 2:4; Atti 10:44-46; Atti 19:1-7; Marco 16:17; I Corinzi 14).
E il modo che Dio ha stabilito per equipaggiare ogni suo figlio con potenza soprannaturale (Atti 1:8; Romani 8:26).

5° Dio guarisce
Dio ha provveduto la guarigione per il corpo e per l’anima attraverso la fede e la potenza dello Spirito Santo.
E stata provveduta nella espiazione di Gesù Cristo ed è privi­legio di ogni credente (Isaia 53:4-5; Matteo 8:17; Marco 16:18).

6° I credenti risusciteranno al ritorno del nostro Signore Gesù Cristo
Non tutti sanno che Gesù ritornerà una seconda volta (Atti 01) e che allora stabilirà il Suo Regno (cosiddetto “Millennio”) qui sulla terra, dove tutti i “risuscitati in Cristo” regneranno con Lui.
Come è risuscitato Gesù, così risusciteranno tutti i credenti (I Tess: 4:16-17) “…perché il Signore stesso con un potente comando, con voce di arcangelo e con la tromba di Dio discen­derà dal cielo; e quelli che sono morti in Cristo risusciteranno per primi…”.
Crediamo nella Sua morte e soprattutto nella Sua Risurrezione che fa parte del fondamento del cristianesimo.

7° Il giudizio di Dio avrà una conseguenza eterna
Chiunque muore fisicamente nei suoi peccati, senza avere accettato Gesù, è senza speranza ed eternamente condannato allo stagno di fuoco e di zolfo, luogo preparato per Satana e i suoi angeli e, successivamente, per tutti coloro che sordi al Suo invito non avranno sperimentato la salvezza provveduta da Dio (Matteo 25:32-46; Luca 16:23; Ebrei 9:27; Apocalisse 19:20) “… questi furono gettati vivi nello stagno di fuoco che arde con zolfo”.

CONTATTI

Annunci

BLOG DI ROCCO IENCO