Archivi categoria: Meditazioni

Sii sincero con te stesso

 Sii sincero con te stesso

Stampa

“I TESORI ACQUISTATI CON LINGUA BUGIARDA SONO UN SOFFIO FUGACE”. (Proverbi 21:6)

=>E’ più semplice conservare la propria integrità che riguadagnarla. Fare la cosa giusta può essere un sacrificio, ma abbandonare i tuoi principi avrebbe un costo di gran lunga maggiore. “Chi acquista ricchezze, ma non con giustizia, è come la pernice che cova uova che non ha fatte; nel bel mezzo dei suoi giorni egli deve lasciarle e quando arriva alla sua fine non è che uno stolto” (Geremia 17:11). Nel 1994, il giocatore di golf Davis Love chiese per se stesso un tiro di penalità nel secondo round del Western Open. Aveva spostato il suo contrassegno fuori dall’area di lancio di un altro giocatore. In seguito, non riusciva a ricordare con certezza se avesse rimesso la pallina nel punto corretto. Poiché non era sicuro, chiese un tiro extra di penalità, tiro che lo eliminò dal torneo. Al termine dell’anno, mancavano a Love 590 dollari per essere qualificato automaticamente ai Masters: avrebbe dovuto vincere un torneo per poter partecipare ad uno degli eventi più prestigiosi del golf. La storia ha un lieto fine: la settimana prima del grande evento, Love vinse un torneo a New Orleans, guadagnò poi 237,600 dollari finendo in seconda posizione ai Masters del 1995. Gli fu chiesto come si sarebbe sentito se non avesse potuto giocare ai Masters per via di quel tiro di penalità chiesto per se stesso. Davis Love rispose: “La vera domanda è un’altra:come mi sarei sentito se avessi vinto e avessi dovuto passare il resto della mia vita nell’incertezza di aver vinto barando?”. Per dirlo con Shakespeare: “Sii sincero con te stesso, e da ciò segue di necessità, come la notte il giorno, che tu non riuscirai allora ad essere falso con alcun uomo”.

da: gocce dal cielo

Annunci

Giovanni 3:16

Era inverno. Una notte fredda, nevicava e il vento sferzava il viso. 
Tra le case della grande città un piccolo strillone stava cercando un riparo dove trascorrere la notte. 
Nel suo vagare, incontrò un poliziotto e gli chiese: “Conosci un posto dove posso andare per la notte? Fa troppo freddo per restare all’aperto”. 
Il poliziotto ci pensò su e rispose: “Segui la strada e troverai una casa con la porta verde; bussa e quando ti apriranno dì semplicemente: Giovanni 3:16”. 
Il ragazzino, dopo aver trovato facilmente la porta, bussò. 
Una donna aprì e rimase a fissarlo con sguardo interrogativo. 
Senza saperne il significato, lo strillone ripeté ciò che il poliziotto gli aveva suggerito: “Mi hanno detto che lei può aiutarmi se io dico: Giovanni 3:16”. 
La donna gli sorrise e lo fece entrare in casa. Continua a leggere Giovanni 3:16

Chi è un cristiano maturo.

Quante volte hai sentito questa frase: “Ma perché non cresci un po’!” Forse te la sei sentita dire dai tuoi genitori quando eri più giovane, o forse tu l’hai detta ai tuoi figli. Il desiderio di ogni buon genitore è vedere i propri figli crescere e maturare e diventare sempre più forti ed indipendenti. Questo è lo stesso concetto che leggiamo nella Parola di Dio. E’ desiderio di Dio vedere i Suoi figli crescere, maturare e non restare dei semplici bambini nella Continua a leggere Chi è un cristiano maturo.

DIO VEDE

david    DIO VEDE CIO' CHE STO ATTRAVERSANDO, MA GLIENE
 IMPORTA?

by David Wilkerson

[May 19, 1931 - April 27, 2011]

Dio chiede: "Credi veramente che vedo esattamente ciò che stai 
sopportando

proprio in questo istante?" Forse mentre leggi stai attraversando
 qualcosa che

richiede una Sua azione in tuo favore. La natura stessa del tuo
 problema

Continua a leggere DIO VEDE

HO IMPARATO AD ESSERE CONTENTO”

Meditazioni bibliche del pastore Sergio Zucchi
“HO IMPARATO AD ESSERE CONTENTO”

Lettura biblica: Filippesi 4:11

“Non lo dico perché io mi trovi in bisogno; giacché ho imparato ad essere contento nello stato in cui mi trovo”.

Nel 1997, mentre il mondo concentrava la propria attenzione della morte della principessa Diana e di Madre Teresa, un altro avvenimento molto importante, ma che passò quasi inosservato, ha toccato i cuori di alcuni, moriva lo psichiatra Viktor Frankl all’età di 93 anni. Durante la seconda guerra mondiale il dott. Frankl fu rinchiuso ad Auschwitz, dove fu privato della propria identità e fu costretto a lavorare come uno schiavo. Suo padre, sua madre, il fratello e la moglie morirono nei campi di concentramento. Tutti i suoi appunti, che rappresentavano il lavoro di una vita, furono distrutti. Tuttavia Frankl uscì da Auschwitz convinto che “tutto può essere tolto ad una persona tranne una cosa: l’ultima libertà umana, quella di scegliere il proprio atteggiamento in qualunque circostanza”. È vero, possiamo non essere in

grado di scegliere le nostre condizioni di vita imponendocene un’altra, ma possiamo sempre scegliere il nostro atteggiamento nei confronti di quelli che ci obbligano, perdendo anche la nostra identità. L’apostolo Paolo ci ha fornito un esempio di come questo può funzionare per il nostro bene. Egli scrisse: “ho imparato ad essere contento nello stato in cui mi trovo” e ancora “io posso ogni cosa in Colui che mi fortifica” (Filippesi 4:11,13). In qualunque circostanza noi ci troviamo, possiamo attingere la forza con la quale affrontarla, con l’aiuto di Dio ed avere la vittoria nel Suo nome. Gesù disse a Pietro anticipandolo nella sua debolezza spirituale: “Simone, Simone, ecco satana ha chiesto di vagliarvi come si vaglia il grano, ma Io ho pregato per te affinché la tua fede non venga meno; e tu quando sarai convertito, conferma i tuoi fratelli (Luca 22: 31-32). I credenti hanno sempre una scelta da fare e quella creerà sempre la differenza tra la trascuratezza e cercare il consiglio di Dio pregando: “Signore dammi la grazia di essere contento di quello che mi hai dato e che mi darai!” Non solo ma ancor più ti chiedo: “fammi gioire di tutto quello che Tu permetti che io devo affrontare”. Come Paolo dobbiamo dire.. “grazie siano rese a Dio che sempre ci conduce in trionfo in Cristo, e che per mezzo nostro spande da per tutto il profumo della sua conoscenza” (2 corinzi 2:14). I cristiani non devono permettere a nulla di abbatterli. Gesù è “venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza” (Giovanni10:10). Rendendo del continuo grazie d’ogni cosa a Dio e Padre, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo (efesini 5:20).

UN’EFFUSIONE DI SPIRITO SANTO SULLE CASE!

“Mentre Pietro stava ancora dicendo queste cose, lo Spirito Santo scese su tutti coloro che udivano la parola … perché li udivano parlare in altre lingue e magnificare Dio” (Atti 10:44 e 46). Questi versi parlano della casa di Cornelio. Pensaci, una Pentecoste privata che scende su un’intera casa dove tutti vennero elevati nel luoghi celesti. Fu prodigioso! Le lodi vibravano mentre tutti i parenti e i bambini venivano salvati e riempiti con lo Spirito Santo di Dio. Tutto perché un uomo aveva disposto il suo cuore a cercare Dio, finché la risposta non giunse. Ed eccoci seduti qui, in giorni in cui lo Spirito Santo viene sparso, con molte case in cui c’è poca se non un’inesistente testimonianza della Sua opera e della Sua presenza. Molte delle nostre case cristiane si trovano ora sotto il controllo dello spirito del mondo, piuttosto che dello Spirito di Dio. Dov’è l Continua a leggere UN’EFFUSIONE DI SPIRITO SANTO SULLE CASE!

Dovunque due o tre sono radunati nel mio nome.quivi sono io in mezzo a loro.

Matt.18:20)    

La Chiesa, secondo il Nuovo Testamento, e’
formata da credenti rigenerati che si incontrano
nel nome di Gesu’ Cristo.
Questo gruppo di persone e’ stato chiamato a
separarsi dal mondo per stare intorno a Cristo,
come un gregge di pecore sta vicino al pastore.

Continua a leggere Dovunque due o tre sono radunati nel mio nome.quivi sono io in mezzo a loro.