Archivi categoria: Chiarles Haddon Spurgeon

Tutto per Grazia

Tutto per Grazia

 
spurgeon_chair1
Sermone N.3479
Pubblicato Giovedi, 7 Ottobre , 1915
predicato da C. H. Spurgeon
Tabernacolo Metropolitano, Newington, Londra 
 “Infatti è per grazia che siete salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi, è il dono di Dio ” – Efesini 2:8
 
Delle cose di cui vi ho parlato tutti questi anni, questa è la somma. Entro il cerchio di queste parole è contenuta la mia teologia, nella misura in cui si riferisce alla salvezza degli uomini. Mi rallegro anche di ricordare che quelli della mia famiglia che erano ministri di Cristo prima di me hanno predicato questa dottrina, e nessun altro. Continua a leggere Tutto per Grazia
Annunci

Chiarles Haddon Spurgeon Biografia

Charles Haddon Spurgeon nasce a Kelvedon nell’Essex – Inghilterra – (1834–1892), la conversione di Spurgeon alla fede cristiana avviene il 6 gennaio 1850 all’età di 15 anni. Sulla via che lo portava ad un appuntamento che aveva programmato, una tormenta di neve lo costringe a riparare in una chiesa metodista di Colchester, dove era in corso un culto. Il predicatore stava predicando sul testo di Isaia 45:22: “Volgetevi a me e siate salvate, voi tutte estremità della terra. Poiché io sono Dio e non c’è alcun altro”. Quella predicazione lo colpisce così tanto che, come lui stesso affermerà, “Quel giorno il Signore ha aperto il mio cuore al messaggio della salvezza”.
Più tardi (il 4 aprile 1850) viene accolto come membro della comunità evangelica. Il 3 maggio segue il suo battesimo nel fiume Larl, a Isleham. Più tardi in quello stesso anno si trasferisce a Cambridge. Predica il suo primo sermone nel 1851 e, sin dall’inizio del suo ministero, il suo stile ed indubbie capacità oratorie, lo portano a distinguersi ben al di sopra della media dei predicato Continua a leggere Chiarles Haddon Spurgeon Biografia

quando ti senti senza forza

da un sermone di C. H. Spurgeon

“…mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi” (Romani 5:6).

Qui vediamo come Dio sia venuto incontro alla nostra incapacità attraverso l’interposizione del Signore Gesù. La nostra incapacità è assoluta. Non è scritto: “Mentre eravamo ancora un po’ deboli Cristo è morto per noi” oppure “Mentre avevamo solamente poca forza”; l’espressione è chiara ed inequivocabile: “Mentre eravamo ancora senza forza”. Non avevamo alcuna risorsa che potesse aiutarci ad ottenere salvezza; le parole del nostro Signore corrispondono esattamente alla realtà dei fatti: “Senza di me non potete fare nulla”. Vorrei essere ancora più esplicito ricordandovi con quale amore il Signore ci ha amati, persino “mentre Continua a leggere quando ti senti senza forza