James R. Dunn

James R. Dunn fu un altro evangelista unto potentemente fin dalla metà del secolo scorso. È stato riferito che aveva un’unzione di una potenza simile a quella del famoso William Branham, per quanto possa sembrare incredibile. Dunn aveva cercato disperatamente qualcosa di più da parte di Dio, come anche i Suoi doni, già da qualche tempo, quando lo Spirito Santo gli disse di pregare per essere RIEMPITO DI GESÙ, e allora avrebbe anche ricevuto i doni. Gesù gli parlò dicendo: «Non pregare per i doni! Prega per assomigliarMi di più!»

«Pasturai la chiesa Pentecostale della Santità per due anni prima che questo ministero mi giungesse. Avevo digiunato, pregato e ricordato determinate cose a Dio. Credo che Dio voglia che noi Gli ricordiamo le promesse che ci ha fatte, per richiamare la Sua attenzione su di esse. Così stavo ricordando a Dio che quando fui impiegato in una posizione di responsabilità per il governo, demmo ai nostri uomini i migliori strumenti possibili al mondo per lavorare affinché potessero svolgere bene la loro impresa. Dissi a Dio che se noi, come puri e semplici esseri umani, potevamo dare buoni attrezzi ai nostri lavoratori, quanto migliori attrezzi poteva darci Lui per lavorare per il Regno di Cristo. Continuai a pregare in quella maniera, e a implorare Dio per i doni. Immaginate! Piangevo: le lacrime scendevano sul mio volto. Digiunavo fino al punto che i predicatori di Princeton notarono che i miei vestiti pendevano da me come un sacco, perché avevo perso così tanto peso. Essi pensavano che i vestiti erano appartenuti a qualcun altro. Non so quante libbre persi. Ero giù di peso».

«Un giorno mi trovavo in una insolita preghiera; le lacrime scorrevano dal mio viso mentre ero solo davanti a Dio. Gli chiedevo ancora di darmi i doni dello Spirito. Una voce mi parlò dicendomi: “Un minuto”. E mi fermai, e una voce parlò di nuovo dicendo: “NON IMPLORARE I DONI DELLO SPIRITO! PREGA PER ASSOMIGLIARMI DI PIÙ!” Io dissi: “Perché, Gesù? Non ci ho mai pensato in questa maniera; cosa vuoi dire con queste parole: ‘Prega per assomigliarMi di più’?” E la voce mi disse: “I DONI DELLO SPIRITO OPERERANNO NELLA TUA VITA, SE SARAI PIENO DI GESÙ” Così cominciai a pregare affinché potessi assomigliare esattamente a Gesù».

«Non passò molto che mia moglie vide una palla d’oro che volava attraverso l’ingresso, e volò verso la porta e, appena ella mi svegliò, scomparve. Poco tempo dopo, una notte, mi trovavo in preghiera, mia moglie stava dormendo, erano circa le 23:00. Dissi: “Dio, sono pronto a morire, se sarà necessario, per avere un miglior ministero da parte di Gesù Cristo! Non sono capace di svolgere bene il mio lavoro!”» (1)

«Poi, una notte, mentre stavo a letto e mia moglie dormiva, accadde qualcosa. Stavo meditando sulle glorie e la benignità di Dio, e sulle cose di cui avevo bisogno da parte Sua, e tutto a un tratto, la Grande Presenza di Dio iniziò a riversarsi nella stanza. Egli venne in una maniera così soprannaturale che la stanza fu riempita della Sua Gloria. Una grande sensazione di estasi e di gloria mi sopraffece, e impregnò tutto il mio corpo, la mia mente e la mia anima. Cominciai ad intimorirmi, perché quando ti avvicini così a Dio, ti succede qualcosa. Iniziai a tirarmi indietro da questa Meravigliosa Forza e, quando lo feci, se ne andò. Allora mi resi conto di aver sbagliato ad essermi tirato indietro. Alcuni giorni dopo, incominciai a pregare come mai prima. Circa 3 o 4 notti dopo, ero di nuovo a letto e stavo meditando e lodando il Signore, e Gli stavo chiedendo aiuto e potenza nella mia vita. Tutto a un tratto, questa grande sensazione iniziò ad arrivare di nuovo nella stanza».

«Quella stanza e quella stessa atmosfera si illuminarono. Non sembrava esserci più nessuno spazio lì per me, perché Dio riempiva così completamente quel luogo. Mentre giacevo lì, persi tutto il movimento del mio corpo eccetto quello degli occhi. La Grande Forza di Dio scese sul mio letto, scese attraverso il mio letto e mi fece ombra, e sentii la più strana e la più meravigliosa sensazione. Proprio dalle punte delle mie dita, incominciò a muoversi nelle mie mani, e fin nelle mie braccia. Mi sentii come se avessi tenuto 220 volt in ciascuna mano, ed essa iniziò a rifluire avanti e indietro attraverso il mio corpo. Poi, lì, in quella stanza, mentre stava avvenendo questo, il vecchio io se ne stava andando e il nuovo io stava entrando».

«Da quella notte in poi la mia vita fu diversa. Molti osservarono come il mio ministero fu cambiato completamente. Avevo un messaggio positivo – un messaggio che aveva fuoco in sé. Dio mi parlò, e mi disse che se avessi predicato il messaggio di liberazione, Egli avrebbe guarito gli ammalati. Mi avrebbe dato la Potenza per scacciare i demoni. Mentre prestavo orecchio a questo MANDATO da parte del Signore, la Sua potenza rifluì attraverso di me, e al mio braccio capitò di toccare il corpo di mia moglie, e accadde a lei quasi di saltare completamente fuori dal letto. Quella notte Dio iniziò a fare determinate cose. Egli mi rivelava le condizioni e le malattie delle persone attraverso il potente Spirito di discernimento. Trovai che ero un individuo diverso. Dio mi mostrava cose che io pensavo che a una persona fossero impossibili da vedere o da capire. Egli mi mostrava gli individui che stavano soffrendo, ciò che essi avevano, e mi indirizzava a loro. Dopo che pregavo per loro, essi guarivano da ogni malattia».

«Ora questo è il particolare periodo in cui tre diverse volte gli angeli mi apparvero per eseguire l’ordine di Dio. Mentre mi trovavo in un risveglio, dopo essere andato su un campo evangelistico, dopo la mia chiamata a questo particolare tipo di ministero… Fui portato in alto dal Signore su un luogo elevato, e guardai al di là di un magnifico mare d’acqua blu scuro. Scorsi in lontananza due grandi aquile volare verso di me e, avvicinatesi di più, mi stupii della loro dimensione. Alla fine giunsero vicino a me e volavano così velocemente, sicché dissi: “Oh, non pensavo che qualcosa potesse volare così rapidamente! Ma quelle non sono aquile, sono angeli di Dio!”. Si avvicinarono a me, e incominciarono a discendere in picchiata come due grandi aeroplani, uno dopo l’altro. Chiusero semplicemente le ali e scesero in picchiata giù, giù, giù verso quel mare blu. Oh, era la cosa più bella che avevo mai visto! Si tuffarono in questo mare per prendervi del pesce. Una voce mi parlò e disse che questi erano gli angeli che sarebbero venuti con me nel mondo, in ogni parte del mondo, per raccogliere i pesci (vale a dire, per raccogliere gli uomini), e che Egli avrebbe fatto di me un pescatore di uomini, mentre gli angeli mi avrebbero aiutato; essi mi avrebbero protetto, e avrebbero trattenuto il maligno via da me; mi avrebbero aiutato a vincere le anime degli uomini per il Regno di Gesù Cristo. Molte volte nei nostri incontri attraverso la nazione la gente ha visto questi angeli accanto a me». (2)

James Dunn fu uno di quegli uomini di Dio (un po’ differente da Smith Wigglesworth) che credevano nella necessità assoluta di un DIGIUNO regolare per mantenere l’efficacia del proprio ministero: «Il digiuno mantiene forte lo spirito ed è volto a mantenere lo spirito dandogli il controllo sul corpo. Quando una persona digiuna e porta il proprio corpo in travaglio davanti a Dio, il suo spirito diviene più forte e in armonia con Dio. Così trovo che il digiuno mi dà una potenza più grande per pregare con le persone, o per le malattie della gente. Mi dà una potenza più grande con Dio per predicare la Parola, e i risvegli hanno un successo più grande. Credo che se un uomo dovesse smettere di digiunare, ci rimetterebbe nel suo ministero e nella sua vita per Dio. “Quando sei debole, allora sei forte”. Questa è una vita separata. Dio mi mostrò, proprio all’inizio di questo ministero, che questa è una vita separata, e che devo spendere molte ore digiunando, pregando, meditando e stando davanti al Signore».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...