IL SIGNORE È IL TUO CUSTODE

Una storia avvincente dell’Antico Testamento, in 2 Re 2:6, illustra bene cosa

significa essere custoditi dalla potenza di Dio.

Ben-hadad, re di Siria, dichiarò guerra a Israele e marciò contro di loro con

un grande esercito. Mentre le sue forze avanzavano, egli si consultava spesso

coi suoi consiglieri nelle sue stanze private per pianificare la strategia del

giorno successivo. Ma il profeta Eliseo continuava ad inviare una parola al re

d’Israele, con i dettagli di ogni singola mossa delle truppe nemiche.

Infatti, in diverse occasioni, gli israeliti evitarono la sconfitta grazie agli

avvertimenti di Eliseo.

Ben-hadad era furioso e radunò i suoi servi. “Dimmi chi sta rivelando i

nostri piani al re d’Israele! Chi p il traditore?” I servi gli risposero:

“Non è come pensi, mio signore. Non ci sono traditori nel tuo accampamento o

nella tua corte; siamo tutti uomini leali. L’uomo di Dio (Eliseo) sta dicendo

al Re d’Israele le parole che tu proferisci nella tua camera da letto” (2

Re 6:12).

Ben-hadad inviò immediatamente un esercito di cavalli, carri e soldati a

catturare Eliseo. “Andate a Dothan e conducetelo da me”, dispose. Essi

andarono di notte e circondarono la città, allo scopo di cogliere l’anziano

profeta di sorpresa, ma il servo di Eliseo lo svegliò di buon’ora. Quando

vide che “la città era circondata da un esercito con cavalli e cavalieri”

(v. 15), corse terrorizzato da Eliseo e gridò: “Ah, mio signore, siamo

circondati. Cosa faremo?”

Sorridendo fiducioso, Eliseo rispose: “Non temere, perché quelli che sono

con noi sono più numerosi di quelli che sono con loro. Poi Eliseo pregò e

disse: «O Eterno, ti prego, apri i suoi occhi, perché possa vedere».

L’Eterno allora aperse gli occhi del giovane e questi vide; ed ecco il monte

era pieno di cavalli e di carri di fuoco, tutt’intorno ad Eliseo” (2 Re

6:16-17).

Come il salmista, Eliseo poteva stare fermo in mezzo alla crisi e dire con

assoluta certezza:

     • “Io non temerò miriadi di gente, che si accampassero

tutt’intorno contro di me” (Salmo 3:6).

     • “Anche se si accampasse un esercito contro di me, il mio cuore

non avrebbe paura; anche se scoppiasse una guerra contro di me, anche allora

avrei fiducia” (Salmo 27:3).

     • “Egli riscatterà la mia vita e la metterà al sicuro dalla

guerra mossa contro di me, perché sono in molti contro di me” (Salmo 55:18).

La mia preghiera è quella di Eliseo: “Signore, apri i nostri occhi affinché

vediamo i monti circondati di cavalli e carri di fuoco del Signore degli

eserciti!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...