Insert c Oin

Non è una parola magica. Vuol dire semplicemente: inserisci la moneta. La si trova dappertutto: sulla macchinetta che distribuisce merendine; su quella del caffè e bibite varie. Marchingegni, questi, che rendono un servizio, per cui è ovvio che ti chiedano i soldi. Ci sono poi i video-games (o video-giochi). Anche quelli hanno su la scritta

insert coin. Queste macchinette, ci vien detto, rendono pure un servizio: ti offrono un modo di divertirti o, come dicono altri, di “ammazzare” il tempo.

Insert coin;  come dire: “Devi pagare, altrimenti non potrò servirti! E con me è inutile discutere, non si fanno sconti e non ci sono riguardi personali”.

È tutto nella norma. D’altronde, qualunque cosa tu voglia fare in questo mondo, ha un suo prezzo, in denaro, energie, tempo e, a volte, anche in salute. Niente si ottiene per niente.

Paradossalmente, però, c’è chi paga non per ricevere un servizio o un beneficio, ma per rovinarsi. In effetti, insert coin, troppo spesso significa: Se vuoi rovinarti devi pagare!

Mi riferisco in modo particolare alle  famigerate macchinette mangia-soldi chiamate video-poker e affini.

Le macchine in questione si ritrovano regolarmente al centro di dolorosi fatti di cronaca che hanno per protagonisti dei disperati divenuti ladri, od indebitatisi per milioni, assuefatti dal gioco.

Non sto asserendo che uno voglia deliberatamente rovinarsi e quindi scelga di farlo. Sto dicendo che il peccato ha reso gli uomini talmente ciechi e disavveduti, che non si rendono conto della stupidità delle loro scelte.

Infatti, è da secoli che un invito fa eco per le vie di questo mondo:

 

Isaia 55:1

“O voi tutti che siete assetati, venite alle acque; voi che non avete denaro  venite, comprate e mangiate! Venite, comprate senza denaro, senza pagare, vino e latte!

 

Apocalisse 21:6

“Ogni cosa è compiuta. Io sono l’ alfa e l’omega, il principio e la fine. A chi ha sete io darò gratuitamente della fonte dell’acqua della vita.

 

Apocalisse 22:17

“Chi ha sete, venga; chi vuole, prenda in dono dell’acqua della vita”.

 

Che differenza madornale fra il “pagare rovinandosi” e “ricevere gratuitamente salvandosi”. È da sciocchi chiedere cosa sarebbe meglio…

Chi sceglie di credere in Cristo affidandoGli la propria vita, fa la scelta più saggia che si possa fare; non troverà nessun invito a pagare per essere salvato. Non si ritroverà di fronte a nessun insert coin, perché il prezzo è stato pagato totalmente alla croce da Gesù Cristo.

Franco Ienco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...